Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Omaggio a Giacomo Puccini

Omaggio a GIACOMO PUCCINI

Concerto in occasione del centenario della morto di Giacomo Puccini.

Gesua Gallifoco; soprano
Giuseppe Infantino; tenore
Luca Saltini; pianoforte

Organizzato in collaborazione con CIDIM – Comitato Nazionale Italiano Musica

Il concerto fa parte del progetto SUONO ITALIANO 2024

 

Programma

Sole e amore
Terra e mare (Versi Enrico Panzacchi)

Donde lieta uscì da La Bohème
Addio fiorito asil da Madama Butterfly
Sì. Mi chiamano Mimì da La Bohème
Tra voi belle da Manon Lescaut

Morire (versi di Giuseppe Adami)
Avanti Urania (Versi di Renato Fucini)

Tu che di gel sei cinta da Turandot
Ch’ella mi creda da La Fanciulla del West
Quando men vò da La Bohème
Oh soave fanciulla da La Bohème

 

A fine concerto l’Istituto offre un calice di vino italiano.

Ingresso libero.

 

Il soprano Gesua Gallifoco inizia gli studi musicali all’età di 11 anni suonando il flauto traverso. Si laurea nel 2019 in Canto lirico. Vince il premio speciale Luciano Pavarotti al Concorso internazionale Spiros Argiris, il secondo premio al Concorso internazionale Luciano Neroni, il primo premio borsa di studio al Concorso Mario Orlandoni e il Concorso internazionale As.Li.Co per il ruolo di Zerlina. Debutta il ruolo di Lauretta nel Gianni Schicchi di Giacomo Puccini al Teatro Spazio 89 a Milano. A partire dal 2019 collabora con As.li.co interpretando il ruolo di Adina nell’opera L’elisir d’amore di G. Donizetti per il progetto Opera Domani presso molti teatri italiani. Nel 2023 debutta Ferrara nel ruolo di Susanna nelle Nozze di Figaro di W.A.Mozart.

Giuseppe Michelangelo Infantino nasce a Leverkusen (DE) nel 1994. Nel 2008 intraprende lo studio del pianoforte e successivamente del canto lirico. Vince il 2° premio al 5° Concorso pianistico “W. A. Mozart” di Mazara del Vallo. Vince il premio speciale “Miglior Tenore” assegnato dalla Fondazione Luciano Pavarotti al 6° Concorso Internazionale di Canto “Marcello Giordani”. È inoltre vincitore dell’edizione 2021 del concorso “Etta e Paolo Limiti”, del XVI° Concorso Lirico “Giuseppe Di Stefano” e del concorso Voce all’Opera edizione 2022. Debutta il ruolo di Rinuccio in “Gianni Schicchi” di G. Puccini al Teatro del Giglio (Lucca), al Teatro Dante Alighieri (Ravenna), al Teatro Comunale di Sassari e al Teatro degli Arcimboldi di Milano. È il messaggero in “Aida” di G. Verdi al Luglio Musicale Trapanese. Debutta il ruolo di Nemorino in “L’Elisir d’Amore” di G. Donizetti presso Opera Pienza. È Lord Arturo in “Lucia di Lammermoor” presso il Teatro Galli di Rimini. Debutta il ruolo di Edmondo in “Manon Lescaut” di G. Puccini al Teatro Carlo Felice di Genova, diretto dal Maestro Donato Renzetti per la regia di Davide Livermore. Recentemente ha debuttato il ruolo del Duca di Mantova in “Rigoletto” di G. Verdi a Bologna e nel ruolo di Alfredo ne “La Traviata” di G. Verdi, nell’allestimento degli Amici della Lirica di Piacenza. Svolge inoltre una intensa attività concertistica. È spesso ospite dei concerti della Fondazione Luciano Pavarotti, per la quale si è esibito a Torino, Ferrara, Merano, Bologna, Modena, in Indonesia e presso la “Casa Museo Luciano Pavarotti”. È stato invitato a partecipare alle ultime quattro edizioni del Memorial Luciano Pavarotti per l’anniversario della scomparsa del Maestro. Ha eseguito i ruoli di Edmondo in “Manon Lescaut” al Teatro Lirico Cagliari, di Rinuccio in “Gianni Schicchi” per l’Ente Concerti Marialisa De Carolis di Sassari ed è stato solista nei concerti in ricordo del Tenore Luciano Pavarotti a Busan (Corea del Sud) e Tokyo (Giappone). Ha ripreso il ruolo del Duca di Mantova in “Rigoletto” per i Teatri di Budrio, Imola e di Sofia in Bulgaria; a fine 2022 ha debuttato in Rodolfo ne “La Bohème” di G. Puccini a Sofia, Bulgaria, il 10 febbraio 2023 è stato solista in un concerto presso l’Opéra Bastille di Parigi. Recentemente è stato solista presso il Teatro Verdi di Firenze per il concerto di capodanno il 1 gennaio 2024. Ha ripreso il ruolo di Rodolfo ne la Bohéme presso i Teatri di Budrio, Bologna e Milano, presso il Teatro Coccia di Novara e il Teatro Sociale di Rovigo. Ha debuttato in Nozze Istriane di A. Smareglia per il Festival d’Illica, l’Elisir d’Amore nel ruolo di Nemorino presso il Teatro Comunale Pavarotti – Freni di Modena e Madama Butterfly di G. Puccini nel ruolo di Pinkerton presso il Teatro Magnani di Fidenza. Riprenderà il ruolo di Rodolfo in La Bohème e presso il Teatro di Taranto con l’Orchestra della Magna Grecia.

Luca Saltini, pianista, direttore di coro e d’orchestra, è nato a Modena e si è diplomato in pianoforte presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Vecchi-Tonelli” di Modena e presso l’Accademia Chigiana di Siena. Esperto accompagnatore in prestigiosi concerti lirici, ha collaborato con la Fondazione “A. Toscanini” di Parma, con l’agenzia “Stage Door” di Bologna. Collabora dal 1994 ad oggi con la Fondazione Teatro Comunale “Pavarotti-Freni” di Modena con il quale ricopre il ruolo di pianista accompagnatore e docente per i “corsi di alta formazione” per cantanti lirici annuali. Nel 1995 è anche stato scelto come pianista in scena per il ruolo di Lazinski nell’opera “Fedora” di U. Giordano con Placido Domingo e Mirella Freni (nella stessa opera aveva già la mansione di maestro collaboratore di sala). Collabora inoltre con la “Luciano Pavarotti Fondation” alternandosi come pianista in concerti alla Casa Museo Pavarotti. Ha avuto anche il privilegio di lavorare accanto al Maestro Pavarotti in suoi master-class e ha inoltre lavorato per 6 anni a fianco del soprano Mirella Freni come accompagnatore al pianoforte ai corsi di canto da lei tenuti presso il CUBEC di Modena. Nel novembre 2019 è stato chiamato a suonare e dirigere alle “Serate italiane in Russia” per Festival&Contest a Tula, Mosca e Saratov (Russia) dove ha partecipato anche come membro di giuria a Tula al concorso “Premio Mikhailovsky” per direttori di coro. È stato inoltre membro di giuria alla 1ª edizione del Concorso Internazionale di Musica da camera, canto e pianoforte Città di Vignola tenuto a battesimo da Mirella Freni e alla 3ª edizione del concorso Giorgio e Aurora Giovannini di Reggio Emilia. Come pianista ha partecipato a vari concorsi Nazionali ed Internazionali ottenendo sempre i massimi risultati. Come pianista da camera è stato assistente ai corsi di flauto, che lo hanno portato in Grecia ed in varie città italiane. Con il trio violino, violoncello e pianoforte (Trio Estense) ha vinto numerosi premi. Ha suonato presso alcune fra le più importanti stagioni concertistiche italiane ed effettuato varie tournèes all’estero (Musikhalle di Amburgo, Wolfsburg, Kiel, Colonia, Museo Chopin di Varsavia, Cracovia, Fiume, Pirano, Klagenfurt nonché Lagos, Port Harcour ed Abuja in Nigeria). Ha studiato direzione d’orchestra e ha diretto numerosi orchestre da camera. Ha collaborato con il Centro Studi Vignola (Maggio 2015) nella ricerca e stesura di un libro sul compositore vignolese otto-novecentesco Luigi Gazzotti ed ha inciso nel 2015 in anteprima mondiale, arie da camera inedite per voce e pianoforte dello stesso autore

Attualmente è direttore musicale e artistico della corale lirica “Gioacchino Rossini” di Modena, pianista e direttore del coro folk Ghirlandeina di Modena, tiene regolarmente Masterclass di canto e spartito ed è docente di pianoforte presso la “Sonus Academy” di Sassuolo (MO).

 

  • In collaborazione con: CIDIM – Comitato Nazionale Italiano Musica