Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Business in Society // Meccanismi di formazione e crescita del capitale umano: opportunità e modelli innovativi per uno sviluppo sostenibile.

Data:

18/10/2018


Business in Society // Meccanismi di formazione e crescita del capitale umano: opportunità e modelli innovativi per uno sviluppo sostenibile.

Il prossimo 18 ottobre, si terrà presso l’Istituto Italiano di Cultura a Copenaghen un seminario sul tema “Meccanismi di formazione e crescita del capitale umano” nel quale verranno esaminati gli impatti della trasformazione nel processo culturale verso la sostenibilità, dal punto di vista di imprese, istituzioni e società civile. La tavola rotonda discuterà dell’importanza della cultura quale fattore strategico di differenziazione per una gestione sostenibile delle imprese, e per la società più in generale, nel processo di integrazione dei popoli e per il benessere delle comunità.

Un sistema educativo capace di anticipare il cambiamento può favorire la formazione delle nuove generazioni nel pieno sviluppo del loro potenziale, in un mondo globale e multiculturale in cui conoscenze, competenze, abilità, emozioni acquisite, necessitano di essere rielaborate e gestire in considerazione di dinamiche complesse e talvolta contrastanti ma che concorrono al raggiungimento di obiettivi sociali ed economici. Il capitale umano sempre più diventa elemento determinante nella presa di decisioni per i leader del domani, così come nel costruire cittadini globali che possano essere da modello per le future generazioni quali agenti di cambiamento per un mondo sostenibile.

In questo quadro, Rockwool Group racconterà il suo punto di vista rispetto all’importanza del capitale umano in azienda e come questo possa costituire una chiave per il cambiamento in ottica di sostenibilità, dalla trasformazione culturale alle pratiche di impresa. Mentre, Reggio Children presenterà il suo approccio formativo e ne evidenzierà i fattori innovativi, unitamente alle migliori esperienze internazionali costruite con approccio multi-stakeholders nelle diverse territorialità (esempio Progetto Pechino). La Società Dante Alighieri approfondirà il tema del linguaggio, con particolare attenzione agli elementi caratterizzanti la lingua italiana e dei più recenti modelli per l’apprendimento e la certificazione legati al PLIDA. Verranno poi messe in luce opportunità concrete di sviluppo per nuove realtà educative, da sviluppare sul territorio danese, basate su dati reali in termini di presenza della comunità italiana in Danimarca e bisogni espressi.

L’evento sarà in lingua italiana, con traduzione in simultanea Italiano-Danese.

A conclusione dell'evento sarà offerto un 'light dinner'.

La partecipazione è gratuita.

 

Agenda del Seminario

Ore 16.00
Saluti iniziali:
Luigi Ferrari, Ambasciatore di Italia a Copenaghen.

Ore 16.20
Introduzione e Moderazione: Oriana Perrone, PhD, Advisor Italian Ministry of the Economic Affairs (NCPOECD), Adj. Prof. Lumsa University: Dalla crescita economica agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs), come e perché cultura ed educazione sono tra gli aspetti determinanti nel processo di cambiamento globale.

Ore 16.40
Round table
Intervengono:

  • Mirella A. Vitale, SVP Marketing, Communication & Public Affairs, ROCKWOOL Group: Come gestire il cambiamento culturale in imprese globali? Il valore delle persone nel processo creativo per la sostenibilità: gli SDGs in pratica.
  • Paola Riccò, Responsible for Professional Development, Reggio Children: L'identità di Reggio Children ed il Reggio Emilia Approach: esempi applicativi. Progetti scuola e istituzioni: come azioni multi-stakeholders creano valore per le comunità e favoriscono la crescita socio culturale nell’era moderna.
  • Barbara D’Annunzio, Resp. ADA Project and PLIDA educational processes, PLIDA, Dante Alighieri Roma: Come si evolve il linguaggio e quanto influenza gli aspetti culturali del vivere civile. Proposte Dante Alighieri: il Progetto PLIDA.
  • Rosalba Favara, PhD, Foundations and Methods of Educational Processes: La lingua italiana degli emigranti di ieri, oggi e domani, in Danimarca. Memorie linguistiche a confronto.

Ore 18.30 Q&A

Ore 19.15 Conclusione e chiusura dei lavori

Ore 19.30  A conclusione dell'evento l’Istituto Italiano di Cultura offrirà agli intervenuti un bicchiere di vino e un leggero buffet italiano preparato da FAMO

 

>> Per iscriversi clicca qui <<

 

L'evento è in occasione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo.

La settimana della lingua italiana nel mondo è un evento culturale internazionale che si svolge ogni anno nel mese di ottobre, su iniziativa dell'Accademia della Crusca in cooperazione con la Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale del Ministro degli affari esteri italiano. Scopo della manifestazione, nata nel 2001, è quello di promuovere in tutto il mondo la lingua italiana nelle sue più varie sfaccettature: ogni anno viene scelto per questo un tema specifico che riguarda un particolare ambito d'uso della lingua italiana. Un ruolo centrale nell'organizzazione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo è svolto, all'estero, dagli Istituti Italiani di Cultura, dai Consolati italiani, dalle cattedre di Italianistica e Romanistica delle varie Università, dai Comitati della Società Dante Alighieri e da varie associazioni di italiani all'estero, sotto l'alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana.

La XVIII Edizione della Settimana della Lingua Italiana avrà luogo dal 15 al 21 ottobre 2018 e avrà come titolo "L'ITALIANO E LA RETE, LE RETI PER L'ITALIANO". Si tratta di un argomento di grande attualità che consentirà di approfondire i legami e le influenze esistenti tra la lingua italiana, il mondo della rete internet, le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione incluse le piattaforme sociali.

Informazioni

Data: Gio 18 Ott 2018

Orario: Dalle 16:00 alle 20:00

In collaborazione con : L'Ambasciata d'Italia in Danimarca

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura, Gjørlingsvej 11, 2900 Hellerup

1104