Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Storia

 

Storia

L'edificio è stato costruito nel 1918 dall'architetto danese Speyer ed è stato classificato dal Consiglio Municipale locale tra i beni architettonici. Attraverso un intelligente progetto dell'architetto Ib Martin Jensen, la villa di Hellerup fu poi trasformata in Istituto italiano di cultura, la cui inaugurazione ebbe luogo il 18 aprile 1969 alla presenza dei sovrani danesi e dell’Ambasciatore d’Italia di allora Luciano Conti.

L’Istituto italiano di cultura è stato aperto in Danimarca nel 1958 e da allora si è adoperato per la promozione di iniziative intese a rafforzare i legami culturali tra i due Paesi. La sede definitiva di Hellerup, località nelle immediate vicinanze di Copenaghen, è stata frutto di una donazione danese avvenuta nel 1966 in cambio del terreno offerto dall’Italia in Valle Giulia per la costruzione dell’Accademia di Danimarca.

I Direttori che si sono alternati presso l’IIC di Copenaghen sono:

  • Giovanni Mafera (1958 - 1965)
  • Lucia Pallavicini (1965 - 1971)
  • Mario Nati (1971 - 1981)
  • Gaetano Gangi (1981 - 1991)
  • Giuseppina Zaccarin - addetto reggente (1991 - 1992)
  • Angelo Carriere (1993 - 1998)
  • Giuseppina Zaccarin - addetto reggente (1998 - 1999)
  • Ivano Marchi (settembre - dicembre 1999)
  • Sergio Scapin - addetto reggente (2000 - 2003)
  • Angela Trezza (2003 - 2006)
  • Emilio Canu - addetto reggente (novembre 2006 - febbraio 2007)
  • Clara Bencivenga Trillmich (2007 - gennaio 2013)
  • Fabio Ruggirello - addetto reggente (gennaio 2013 - settembre 2018) 
  • Raffaello Barbieri (settembre 2019 -  )

36