Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

L'Astrée

Data:

27/02/2020


L'Astrée

L'Istituto Italiana di Cultura vi invita a un concerto con il trio L'Astrée. 

Il trio è composto da:  
Francesco D’Orazio, violino. 
Rebecca Ferri, violoncello. 
Giorgio Tabacco, clavicembalo. 

Il programma del concerto prevede composizioni di Giuseppe Tartini e di due suoi allievi. 

Giuseppe Tartini, del quale nel 2020 si celebrano i 250 anni dalla scomparsa, è stato uno dei grandi musicisti del XVIII secolo. Violinista celebrato in tutta Europa, fu anche compositore, teorico e didatta. La sua scuola violinistica, di pari importanza a quella di Corelli e alla scuola piemontese, fu detta "delle Nazioni", perchè attrasse musicisti di ogni dove. Tartini scrisse di aver avuto "molti scolari protestanti e sassoni, e prussiani, e olandesi, e inglesi". Fu anche grazie a questa moltitudine di studenti che la sua opera e il suo stile si diffusero in tutta Europa, dalle corti di Stoccarda e Dresda a Monaco e Parigi. Nel programma del concerto de l'Astrée, oltre a tre Sonate di Tartini, ci sono due lavori di alcuni tra i suoi più importanti discepoli, il toscano Pietro Nardini e il francese Pierre La Houssaye.

Ingresso libero. A fine concerto l'istituto offrirà un calice di vino italiano.

 

Nel 1991, sotto l’egida dell’Istituto per i Beni Musicali in Piemonte e per iniziativa di Giorgio Tabacco nasce a Torino l'Astrée, formazione strumentale specializzata nel repertorio sei-settecentesco secondo criteri storici e con l'utilizzo di strumenti originali. L'Ensemble trae il proprio nome da una composizione di François Couperin Le Grand che sul finire del Seicento chiamò L'Astrée una delle sue Sonades en Trio.

Fin dall'inizio della sua attività, il gruppo rivolge una particolare attenzione al ricco patrimonio musicale piemontese in gran parte ancora inedito, e ad autori le cui musiche sono conservate presso le biblioteche piemontesi. Questa peculiarità ha suscitato molto interesse da parte del pubblico e della critica internazionale.

Il gruppo svolge un'intensa attività concertistica, ospite di importanti associazioni e festival quali: Settembre Musica e l'Unione Musicale di Torino, l'Autunno Musicale di Como, l'Oratorio del Gonfalone di Roma, la Cappella Paolina del Palazzo del Quirinale, l'Associazione Filarmonica Romana, il Festival Internazionale di Musica Antica di Urbino, il Ravenna Festival, il Festival di Hagen, il Centre de Musique Baroque di Versailles, il Festival Mozart di Lille, la Cambridge Society of Early Music di Boston, l’Auditorio de Musica di Madrid, la Frick Collection di New York, la New York University, la Vancouver University, il Teatro Coliseum di Buenos Aires, il Teatro Municipal di Santiago del Cile, L’Innsbrucker Festwochen, il Konzert Haus di Vienna.

L'Astrée ha registrato per la casa discografica Symphonia due compact disc contenenti opere di importanti autori piemontesi del Settecento: Giovanni Battista e Giovanni Lorenzo Somis, Gaetano Pugnani, Gaspare Giuseppe Chiabrano. Dal 1996 il gruppo collabora con la casa discografica francese Opus111 con la quale ha fino ad ora realizzato un compact disc dedicato a Felice Giardini, uno al compositore napoletano Tommaso Giordani e ha preso parte un importante progetto che prevede la registrazione integrale dei concerti e delle cantate da camera di Antonio Vivaldi i cui autografi sono custoditi presso la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino. Nell'ambito di questo progetto sono stati realizzati alcuni CD contenenti concerti e cantate da camera in collaborazione con il mezzosoprano Laura Polverelli e con il soprano Gemma Bertagnolli.

Molte le realizzazioni con la rivista Amadeus per la quale il gruppo ha registrato i concerti di Bach per due clavicembli e archi, le sonate di Haendel per violino e basso continuo, le sonate di Bach per violino e clavicembalo, i Trii di Haydn per fortepiano, violino e violoncello. Recentemente l’Astrée ha iniziato una collaborazione con la casa discografica francese Aparté con la quale ha realizzato un cd dedicato alle cantate di Francesco Cesarini, compositore romano di inizio settecento.

Informazioni

Data: Gio 27 Feb 2020

Orario: Dalle 19:00 alle 21:00

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura, Gjørlingsvej 11, 2900 Hellerup

1161