Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo: L’Italiano nel Bel Canto

Data:

17/10/2019


La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo: L’Italiano nel Bel Canto

In occasione del XIX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo.  

"L’italiano sul palcoscenico” è il tema scelto quest’anno per la XIX Edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, dal 21 al 27 ottobre, in cui Ambasciate, Consolati e Istituti di cultura organizzeranno eventi e manifestazioni per promuovere l’italiano in tutto il mondo.

In quanti modi possiamo coniugare questo argomento! Cercheremo in questa settimana di indicare solo alcune possibilità di come la lingua italiana e il palcoscenico sono un binomio inscindibile e affascinante.

  • 17 ottobre: Un palco all’Opera
  • 21 ottobre: Un Nobel sul palcoscenico
  • 22 ottobre: il palcoscenico della Storia
  • 24 ottobre: Le mille vite di un capolavoro
  • 29 ottobre: Le parole dell’Arte

 

Giovedì 17 ottobre alle 18.00 l'Istituto Italiano di cultura è lieto di ospitare l'evento:

L'italiano nel Bel Canto. La lingua italiana nell'opera.

Tutto il mondo canta l'Opera in italiano. Il connubio vincente fra la lingua del Bel Paese e l'Opera è universalmente riconosciuto. A fare grande il verso operistico poeti come Tasso, Metastasio, Ponte e Boito - solo per citarne alcuni.
Un viaggio attraverso l'evoluzione stilistica dell'opera, dal punto di vista musicale che librettistico, a partire dalle rivoluzioni stilistiche della Camerata dei Bardi fino ai giorni nostri. Un excursus cronologico nei secoli, tenendo conto dei diversi fattori che concorrono alla formazione dell´opera, tra cui le conquiste tecniche delle scienze musicali rinascimentali e i traguardi estetici, come l' evoluzione della parola in simbiosi con la musica stessa.
Dalle prime forme di Madrigale, che non rientra propriamente nel genere dell'Opera, all'Opera Buffa, al Verismo, fino alle più recenti espressioni contemporanee. 
Il relatore sarà Claudio Passilongo, che tratterà l' argomento attraverso l´uso di video ed esidendosi al pianoforte.

A conclusione dell'evento verrà offerto agli intervenuti un calice di vino.

L' entrata è libera.

 

 

Claudio Passilongo.

Compositore, pianista e docente di musica e di lingua italiana.


Composizione. La composizioni di Claudio Passilongo sono eseguite in tutta Europa. Egli ha trovato subito terreno fertile in Danimarca. dove è membro di DKF, la più antica associazione compositori. 
Le sue composizioni sono eseguite da celebri artisti, tra cui Ulrich Staerk e Signe Asmussen, Trio Ismena, Kammerkoret Karmina, Kuno Kyærbye, Mikkel Andersen, I Solisti del Teatro di San Carlo, Muzikensemble, Ensemble Bios, Andrea Vitiello, Sheyla Fareplay, Paul Gregory, Marielle Way.
È risultato vincitore di numerosi concorsi internazionali, ed ha composto, tra le altre opere, lo Stabat Mater per coro, solisti e orchestre, il Concerto Dorico per pianoforte ed orchestra, concepito per grandi ensemble. Le sue opere sono state pubblicate a cura di Edizioni Sconfinarte (Milano, Italia). Il suo primo sestetto, Frammenti, è stato eseguito da Ensemble Bios, guidato da Andrea Vitiello (Prato, 2012) e Rockin 'the Harpsichord è stato inserito in una collezione internazionale contemporanea di nuovo repertorio per Clavicembalo (Germania).
Compositore di film, cortometraggi e spettacoli teatrali, tra cui il film Assolo (Ischia Global film fest, 2014, Explorer Entertainment, Ita / Usa), i cortometraggi Solidamore (su LA3, Pistoia Film Fest 2011), Vincere due volte (Fondazione Quattro stelle2014), La discesa (Mitreo Film Fest 2012), Sposi (Calitri sponz fest, 2014). Si è inoltre esibito in molti teatri del sud Italia con E 'cche famiglia e Tra I vicoli di Napoli, entrambi diretti dal maestro Renato di Meo.


Piano. Come pianista Claudio si esibisce regolarmente sia in piano solo, nel suo personalissimo stile che fonde la tradizione classica con i caratteri peculiari del jazz europeo, sia nella formazione del nuovo Claudio Passilongo Trio, con il quale ha avviato un progetto di ricerca stilistica di unione delle sonoritá italiane con quelle nordiche, grazie al contributo del bassista danese Niels Knudsen e del batterista sardo Bruno Tagliasacchi Masia.


Discografia. I suoi dischi Evening Sun, in piano solo e Life is beautiful a cura di Claudio Poggi / Edel / MarechiaroMusic sono trasmessi da Radio Swiss Jazz, Radio Vaticana, RadioRai, Dansk Radio P8 e DR P2, tra gli altri.
Come cantautore ha pubblicato il disco Luna di Seta, Polo Sud, 2005, nato da un progetto letterario, e Babel, Auralbas, 2012 nato da un progetto socio-culturale che tratta i concetti di lingua e immigrazione.
Nel 2019 pubblica il discoFour minutes for woodwind quartet, Phasma Music, contenente la Piccola Pastorale con fuga eseguita dal quartetto composto da Iwona Glinka, flauto, Konstantinos Giovanis, oboe, Grammenos Chalkias clarinetto e Ioannis Evengelatos, basso.

Insegnamento. Come docente ha insegnato armonia e diretto l´ensamble formato dagli studenti, presso l´Univeristá Federico II di Napoli (commissione RISMA). Insegna tuttora armonia e lingua italiana presso varie scuole danesi.


Formazione. Diplomato in musica Jazz presso il conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, ha proseguito i suoi studi presso l'Accademia Chigiana come allievo di Salvatore Sciarrino e come allievo di Andrea Portera presso l´Accademia di Fiesole. In Danimarca studia Organo e musica antica presso la Kirke Musik Skole di Roskilde.

 

 

Informazioni

Data: Gio 17 Ott 2019

Orario: Dalle 18:00 alle 19:30

In collaborazione con : Società Dante Alighieri København

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura, Gjørlingsvej 11, 2900 Hellerup

1137